LA STORIA

Calafiori, il crack al ginocchio e la carriera a rischio. Ora si è preso la sua rivincita

Calafiori, il crack al ginocchio e la carriera a rischio. Ora si è preso la sua rivincita - immagine 1
La carriera di Calafiori avrebbe potuto terminare a 16 anni, quando un brutto infortunio al ginocchio lo ha tenuto fuori per una stagione
Oscar Maresca

Riccardo Calafiori è uno dei protagonisti di questa prima parte dell'Europeo. Dopo un'ottima stagione con il Bologna, il difensore classe 2002 ha esordito in Nazionale contro la Turchia in una delle amichevoli prima della competizione. Partito subito titolare contro l'Albania al debutto, contro la Spagna ha realizzato uno sfortunato autogol. Ma contro la Croazia si è riscattato e al 98' ha servito un assist perfetto per la rete di Zaccagni. Il giocatore ha fatto tanta gavetta prima di arrivare a vestire l'azzurro: le giovanili della Roma, il Genoa, l'esperienza in Svizzera con il Basilea e poi l'occasione Bologna. Eppure nel 2018 la carriera di Calafiori avrebbe potuto terminare per sempre.

Per restare aggiornato sulle notizie di calcio: clicca qui

Un anno stop

—  

Era il 2018, esordio con la Primavera della Roma in Youth League: al Tre Fontane i giallorossi affrontano il Viktoria Plzen. All'82' un intervento durissimo di Vaclav Svoboda causa a Calafiori la rottura di tutti i legamenti del ginocchio sinistro, dei menischi e della capsula.

Il difensore del Bologna ha raccontato così alla Gazzetta quei momenti: "Uno scontro di gioco, un fallo bruttissimo. La mia forza è stata che ero talmente giovane da non pensare troppo e da non capire la gravità della situazione. Non ho mai pensato di arrendermi, di smettere, ma anzi non vedevo l’ora di tornare in campo. Ho fatto di tutto per tornare al massimo. Con il senno di poi penso di essere tornato meglio di prima". Un duro colpo per un ragazzo di 16 anni, operato negli Stati Uniti e tornato in campo dopo un anno. Con l'assist per Zaccagni contro la Croazia si è preso la sua rivincita. E non ha intenzione di fermarsi.